Scritte contro il coprifuoco sui muri di Milano (foto di Repubblica)

Ma perché il coprifuoco?

La settimana scorsa quattro Regioni italiane(1)In realtà a quanto pare sono sei, ma l’ordine sparso con cui procedono i territori rende noioso e inutile tenere il conto. hanno emanato delle ordinanze per far fronte alla nuova ondata di Coronavirus che sta colpendo in questi giorni il nostro Paese. Tra gli strumenti scelti spicca quello del coprifuoco. Ovvero, recitano le ordinanze, “dalle ore 23:00 [24:00…

Continua a leggere Ma perché il coprifuoco?

Coronavirus: “e se fosse tutta ‘na farsa?” – Dialogo tra un’impegnata e un non so

Per chi fosse interessato, qui ho caricato anche il testo in una versione un po’ più “italianizzata”, forse più leggera da leggere. Ehi… Ehi! Ce l’ho con te! E se la storia del Coronavirus fosse tutta una farsa? Eh? In che senso, scusa? Nel senso: e se fosse veramente un virus creato in laboratorio? O se il Governo stesse anche solo sfruttando l’occasione perfetta?…

Continua a leggere Coronavirus: “e se fosse tutta ‘na farsa?” – Dialogo tra un’impegnata e un non so

Coronavirus: “free riders” e “polli”. Chi fa l’Italia e gli Italiani

I “free riders” Sono quelli che l’altra sera, appena sui giornali si è diffusa la notizia che il Governo avrebbe messo in isolamento l’intera Lombardia per tentare di rallentare la diffusione del Coronavirus, si sono scaraventati nelle stazioni milanesi e nelle autostrade nel tentativo di sfuggire alle misure precauzionali finché erano in tempo, per raggiungere le loro famiglie al Sud. Poco importa se, insieme…

Continua a leggere Coronavirus: “free riders” e “polli”. Chi fa l’Italia e gli Italiani
Conte e Mattarella durante le consultazioni

Giuseppe Conte: l’uomo di Mattarella?

«Vi confesso che la prospettiva di avviare una nuova esperienza di governo, con una maggioranza diversa, mi ha sollevato più di un dubbio. Ho superato queste perplessità nella consapevolezza di avere cercato di operare sempre nell’interesse di tutti i cittadini. Nessuno escluso». Così Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dal 1° giugno dello scorso anno, ha “giustificato” quello che il leader della Lega Matteo Salvini…

Continua a leggere Giuseppe Conte: l’uomo di Mattarella?
H. Bosch, Trittico del Giardino delle delizie (ante chiuse), 1480-1490

Il sogno di un mondo diverso

L’altra notte ho fatto un sogno: ho sognato di vivere in un mondo diverso. Il mio Paese, anziché essere governato da una classe politica di arrivisti, scaldapoltrone, menefreghisti, alienati e sprovveduti, era finalmente guidato da persone mosse dalla passione, da una visione coerente di come volevano la nostra società e dalla voglia di mettersi in gioco davvero. Non è che fossero tutti d’accordo: ciascuno…

Continua a leggere Il sogno di un mondo diverso
Grafico relativo ai tweet di odio nei confronti delle donne offerto da Vox Diritti. Nel grafico, diversi i "picchi" (verso l'alto e verso il basso) non spiegati dai ricercatori.

Mappa dell’intolleranza: i limiti di una ricerca “monca” in partenza

È stata pubblicata, qualche tempo fa, la quarta edizione della “Mappa dell’intolleranza” realizzata da Vox Diritti in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, l’Università “La Sapienza” di Roma e l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. La mappa, nelle intenzioni degli autori, dovrebbe restituire una fotografia dell’”odio via social”, offrendo una panoramica su quali sono le città più “intolleranti” e su quali categorie…

Continua a leggere Mappa dell’intolleranza: i limiti di una ricerca “monca” in partenza
Unione Europea

Elezioni 2019: un’Europa unita?

Sebbene prevalentemente concentrati sulla votazione italiana, opinionisti e commentatori hanno spacciato le elezioni del 26 maggio per una vittoria dell’europeismo («Il fronte europeista frena i sovranisti», titola il Corriere della Sera), ma il voto di due giorni fa ci racconta un’altra storia, in cui i subbugli europei emergono ben evidenti. Sarà anche vero, come scrive Andrea Bonanni su La Repubblica, che «I tre gruppi…

Continua a leggere Elezioni 2019: un’Europa unita?

L’eterna amicizia tra libertà e sicurezza

Di fronte a fenomeni come un’immigrazione difficile da gestire e agli attentati di matrice islamica che si sono susseguiti in questi anni in Europa e nel mondo, l’aut-aut tra libertà e sicurezza è diventato un dilemma all’ordine del giorno. Nel 2016, ad esempio, la decisione del governo austriaco di reintrodurre i controlli alla frontiera del Brennero ha fatto molto discutere e ha occupato a…

Continua a leggere L’eterna amicizia tra libertà e sicurezza

Voto che dai, fascista che trovi

Si avvicinano le elezioni europee, e in Italia l’esito più temuto è una vittoria schiacciante di Matteo Salvini. “Salvini il fascista”, l’impresentabile, tanto che conosco gente che, pur condividendo la sua linea politica, alla fine rinuncerà a votarlo perché non se la sente di schierarsi dalla parte di chi, nell’opinione pubblica, è considerato un mostro a tutti gli effetti. La storia sembra ripetersi. Nel…

Continua a leggere Voto che dai, fascista che trovi

La Lega al confine tra democrazia e dittatura

Quando andavo al liceo le televisioni mandavano i loro giornalisti, durante le giornate di sciopero studentesco, davanti alle scuole, a fare qualche domanda ai poveri malcapitati: per cosa manifestavano, chi c’era al governo, cosa c’era di sbagliato nelle riforme in corso d’approvazione e via dicendo. E, puntualmente, i giornalisti trovavano studenti ignoranti o “sempliciotti” che fornivano risposte smodate o deludenti e studenti più preparati…

Continua a leggere La Lega al confine tra democrazia e dittatura