Coronavirus: “free riders” e “polli”. Chi fa l’Italia e gli Italiani

Zingaretti mentre si prendeva il Covid

I"free riders"

Sono quelli che l'altra sera, appena sui giornali si è diffusa la notizia che il Governo avrebbe messo in isolamento l'intera Lombardia per tentare di rallentare la diffusione del Coronavirus, si sono scaraventati nelle stazioni milanesi e nelle autostrade nel tentativo di sfuggire alle misure precauzionali finché erano in tempo, per raggiungere le loro famiglie al Sud. Poco importa se, insieme ai loro bagagli, hanno trasportato anche qualche manciata del virus che sta infestando il mondo: loro dicevano “tanto non ho tosse e raffreddore, quindi non sono malato”. Sono quelli che, dopo aver deciso di abbandonare Codogno nel

Sea Watch 3: il detto e il non detto

I migranti a bordo della Sea Watch 3 (foto di Matteo Guidelli)
Partiamo da un presupposto: quanto successo negli scorsi giorni a Lampedusa è grave, da qualunque punto di vista lo si osservi. È grave se riteniamo che a sbagliare sia stato il governo italiano, è grave se crediamo che sia il capitano della Sea Watch 3, Carola Rackete, a stare dalla parte del torto; è grave se pensiamo ai 42 migranti che da 15 giorni sono bloccati su una nave, è grave se pensiamo alla facilità con cui sono stati violati i confini nazionali italiani di fronte al resto del mondo che stava a guardare. Ed è grave il fatto …

L’eterna amicizia tra libertà e sicurezza

Recinzione anti-immigrati a Melilla (REUTERS)
Di fronte a fenomeni come un'immigrazione difficile da gestire e agli attentati di matrice islamica che si sono susseguiti in questi anni in Europa e nel mondo, l'aut-aut tra libertà e sicurezza è diventato un dilemma all’ordine del giorno. Nel 2016, ad esempio, la decisione del governo austriaco di reintrodurre i controlli alla frontiera del Brennero ha fatto molto discutere e ha occupato a lungo il dibattito pubblico. Oggi accade altrettanto con la decisione del governo italiano di "chiudere i porti" e respingere gli immigrati clandestini di cui il nostro Paese, in quanto penisola, è "facile preda". Ciò che infastidisce …